Blurry
Logo Digitalia

Prossima diretta
Lunedì 22 Luglio alle 20:50

684

Le polpette di Pol Pot

Twitter diventa X.com. Ragazza in carcere intercettata su Facebook. Sorveglianza del traffico con AI. Apple cerca di registrare la mela. Il decalogo USA per le AI. Queste e molte altre le notizie tech commentate nella puntata di questa settimana.

Digitalia.fm
Digitalia #684 - Le polpette di Pol Pot

Digitalia #684 - Le polpette di Pol Pot

Settimana del 24 luglio 2023 Twitter diventa X, Alexa ai tradimenti coniugali, Apple brevetta alla mela, ma anche Wearable, Openheimer, Palm Pilot. Questo è molto l'altro in scaletta per un'ora e mezza dedicata alla notizia, quella digitale, all'italiana. Dalle mi studio di Guerre 1 di Saremo qui a Franco Solerio. Dallo studio di Milano e Isola Michele Di Maio. E dallo studio di Milano Città Studio Francesco Facconi. Buongiorno a tutti cari digitaliani, ben tornati all'ascolto della vostra trasmissione preferita o quasi, se ci ascoltate vuol dire che quantomeno quasi preferiti siamo. E ben tornati ai miei colleghi Francesco Facconi e Michele Di Maio. Reduce, che sono io, reduce da una tempesta di ghiaccio, pare che abbia attraversato, ghiaccio, vento, altri. Reduce invece dalla nuova moda dei concerti rock che mi inizio a raccontare, perché adesso i concerti rock non si vedono e non si sentono. Questa è la nuova moda. Poi vi racconterò, ma chi è stata Luca sa cosa sto parlando perché i social. Ho sentito dei muse che avevano avuto problemi, ma non dice anche Luca. Sono andati meglio, loro grandissimi, un pochino meno tutto il resto. Ma va bene salutiamo gli amici di Luca. Ma raccontaci, hai messo la pulce nell'orecchio e ci lasci così. C'è un po' di malumore su quello che è stato un concerto bellissimo dal punto di vista artistico, dal punto di vista tecnico un filino meno. Tipo non si è sentito e visto niente. Visto, ma non è che visto, ma è sentito. Immagino che l'audio non ha avuto problemi. E questa è la cosa più. - Cosa non è? Un telo nero davanti al palco. Che cosa è successo? - Beh guarda, sarebbe stato quasi meglio. No, no, va bene insomma, comunque. - Fa il misterioso, Facconi. - Fa il difficile. - E per questo oggi sta un po' fastidiato, perché poi mi è andato bene il concertino. - Michele, fai il ferrista. Michele, pinze. - Ti passa? - Michele. - Vai. - Un giravite se vuoi. - Apra la bocca, Facconi, apra la bocca. - Ecco. - Lo sai il giravite? Il cacciavite da sempre. - E dai sbottonati. Che concerto era? - Eh, sono andato a sentire i blur. E che c'avevano un po' di problemi di audio e soprattutto di me. sai i mega schermi per vedere quando sei molto lontano? - Ah, perché tu eri molto lontano. - E. - Povero. - Non solo io. Però erano in altezza terreno, quindi non. - Ah, quindi erano nascosti dal resto della folla, quindi i mega schermi. - Sì, però in teoria dovrebbero essere grandi e messi in alto, non piccoli e messi in basso. Quindi sono messo un po'. - E vabbe', hai preso i 32 pollici alla Cop e li hanno piazzati là sotto. - E tu hai protestato coi blur? Li hai chiamati? - Demon. - Demon Albin. - Ho salutato Demon, invece Demon Grandioso. - Però stai soltando Demon che ci ascolta. - Francesco, abbi pazienza. Sei andato a un concerto, non ha funzionato un cacchio. Suonavi tu a questo concerto? - No. - Hai organizzato tu il concerto? - No. - Hai pagato per questo concerto? - C'hai 40 mila. E vabbe', e vabbe'. - Con quello che costano i concerti al giorno. - Dai, dai, c'è di peggio. - Infatti, infatti. - C'è di peggio, c'è di peggio. - La musica non si ascolta più dal vivo, si pirata. - La musica la devi vivere, non la devi assortare. - La musica si pirata. - Michele ha proposto questo follow up. Io penso che sia un follow up da Taccabrighe nei miei confronti per qualche corbezzoleria che potrei aver detto la settimana scorsa. Però prego, Michele, perché hai tirato fuori? - No, vabbe', è interessante. Dai, dai, raccontacela, Michele. - Se tu ti senti tirato in gioco, adesso non abbiamo la registrazione della scorsa puntata, quindi non possiamo essersi curi di cosa è stato detto, chi ha detto cosa, soprattutto. Però c'è la pagina di Wikipedia, quindi una fonte mediamente affidabile, e cito, la pagina è Music Piracy e dice "Le statistiche mostrano che dall'inizio dei primi anni '10 c'è stato un declino nella pirateria musicale. Secondo a un questionario MPD, nel 2012 circa un utente su 10 sull'internet negli Stati Uniti scaricava la musica illegale tramite BitTorrent, Limewire, eccetera eccetera. Questo numero è significativamente meno del 2005, il picco del fenomeno pirateria quando un utente su 5 scaricava dalle reti peer to peer. E niente, praticamente l'emergere di servizi streaming gratuiti ha diminuito il numero di utenti che hanno, che piratano la musica, come Spotify e Pandora. Basta, non ho niente altro da dire, il vostro onore, possiamo passare avanti. Ma non capisco l'aggiunta, quanto detto la settimana scorsa, le date sono chiare. Sì, le date sono chiare, nel 2005 si scaricava ad iTunes una canzone a un dollaro. Nel 2010 molto meno. Grazie ai servizi di streaming. E' quel grazie ai servizi di streaming che mi resta stretto. Diciamo che la vendita, la facilitazione della vendita della musica via internet prima con gli store a un prezzo onesto e poi con lo streaming hanno causato questo calo. Perché dire che dal 2005 al 2010 è scesa per merito dei servizi streaming mi sembra un pochino fuori tempo. Spotify ha iniziato le sue operazioni nel 2007, ma come a livello globale, fuori dagli Stati Uniti, a livello globale ha iniziato a operare alla fine del primo decennio. Direi così a naso, a occhio. In fatti Pandora era arrivato prima di Spotify. Ma non possiamo dire che la pirateria è scesa per Pandora che avevano 14 utenti e il cugino di Facconi. La pirateria è iniziata a scendere nel momento in cui si è trovata facilmente la musica su internet che prima non c'era. Prima dovevi comprarla dal tuo negozio di dischi e smasterizzarla e convertirtela in mp3 che era ben più complicata e si faceva assolutamente prima oltre che gratis andare a scaricarla sul mulo. - I don't know. - Poi è così. Io ho smesso di piratare la musica quando ha iniziato a vendere la musica sui two store. Per cui la pirateria è scesa in quel momento. - A casa doc così funziona. - Non c'è dubbio che entrambe le cose abbiano. In Italia quando è arrivato Spotify in Italia? Data Spotify in Italia. La piattaforma streaming svedese è stata lanciata nel 2008 e è arrivato nel nostro paese a febbraio del 2013. - Oh mamma che precisione! - Per cui dire che dal 2005 al 2010 è scesa la pirateria grazie ai service di streaming mi sembra un po' tirata per i capelli. - Adesso chiamo Wikipedia, il signor Wikipedia. - Ma Wikipedia ti frega perché come al solito stavo cercando i riferimenti a questa notizia eccetera ma poi i link non ci sono. Perché se tu modifichi un articolo di Wikipedia e dici che Michele ha due occhi e due orecchie e una bocca ti dicono "notizia non confermata, non c'è un link, non c'è una fonte". Poi ti scrivono queste robe qui il 12,2% in 13 secondi e 8 dici la fonte "ah ma non importa, queste lo sanno tutti". E vabbè però è Wikipedia, il grande libro della conoscenza umana. Twitter, anzi X, da oggi pomeriggio ora italiana abbiamo cambiato nome alla piattaforma, abbiamo visto cambiare nome alla piattaforma. La CEO, la nostra Linda Jaccarino, anzi meglio Jaccaraino, lo chiamano così gli americani probabilmente. - Linda. - Linda Jaccaraino, che dice "X is the future state of unlimited interactivity". Quindi X è lo stato futuro della interattività illimitata, che già cosa vuol dire X? - It means. - Vuol dire X, vuol dire X. Centrata sull'audio, il video, la messaggistica, i pagamenti e il banchismo, banking ovviamente si traduce, banchismo che crea un global marketplace per le idee, i beni, i servizi e le opportunità. Powered by AI, quindi alimentato a intelligenza artificiale, X ci connetterà tutti in modi che stiamo solo cominciando a immaginare. - Sì, una serie di tweet che secondo me me li creava pari pari chat gpt, poi la differenza tra chat gpt e uno ufficio PR è veramente niente. - Il motore è di XAI. - Esatto, da XAI. Niente che non fosse già atteso, Musk lo aveva detto, Musk lo aveva fatto cambiando il nome dell'azienda Twitter, quindi oggi la carta intestata che esce da Twitter è a nome X Corp. Esatto. Niente, l'unica cosa che mi viene da dire è che questo è un grandissimo simbolo, una grandissima metafora del narcisismo di Elon Musk che ha deciso di buttare nel gabinetto, poi almeno ci prova, l'una delle cose più grandi che ha Twitter che è il suo brand. Oggi vai su Mastodon e ti diventa difficile scrivere senza dire "ho tweetato". - Vero, vero. - Tweetare è diventato qualcosa di. - Anche a livello di immagine, il lucellino, la riconoscibilità anche del colore. - Vero, vero. - Sono tutte cose che oggi lui per un moto di narcisismo, perché poi questa storia di X lui se la porta dai giorni di PayPal, il voler creare questo. - Anche prima, nel senso che il X. om, il dominio era già suo, era la banca che è stata poi acquisita, si è fusa con PayPal per poter dare modo di fare, gestire pagamenti e conti correnti a PayPal ed era Elon Musk che è stata lì. - I tempi della PayPal mafia. - Esatto, X ha confluito in PayPal ed è tornata X da questo punto di vista. Quindi banca era, banca tornerà, vedremo. Questo piano probabilmente è nell'aria, si sente. - L'idea di utilizzare uno dei caratteri dell'alfabeto come nome dell'azienda è già una roba particolare. Io capisco che avesse il dominio lì e non sapeva che cosa farci e può anche andare bene. A livello di interfaccia utente utilizzare il logo della compagnia che è uguale al tasto per chiudere le finestre è un altro colpo di genio di design e forse. - Control X. - Guarda che non è la X e base, è la X col double stroke. - E' così evidente. - Fantastico, fantastico. - E fra l'altro X Corp non è un po' come la E Corp di Mr. Robottiana Memoria. - Ecco a cosa mi ricordava. - Esatto, anche non solo nel nome. - Possiamo formulare un postulato che più breve è il nome della corporation più cattive sono le sue intenzioni. Lo chiamiamo il postulato di Digitalia. Va bene, cosa si dovrebbe fare? Intanto il suo di lui di Elon Musk biografo ha detto che Elon Musk non ha una naturale propensione per l'empatia o per le emozioni. - Grazie Walter Isaacson. - Secondo me questa è un'altra di quelle cose che mancano di riferimento sulla fonte di Wikipedia perché non ci posso credere. - Adesso se è scritto su Wikipedia adesso finalmente c'è una fonte, lo ha detto Walter Isaacson, che ve lo ricordate perché ha scritto la biografia di Steve Jobs. - Che era un altro che ha empatia, sprizzava scintille. - Lui se la fa solo con i migliori. - Avete letto la biografia bellissimo della figlia inizialmente illegittima non riconosciuta più che altro di Steve Jobs? - Lisa? - Lisa Brennan Jobs? Ricordo male. - No, non l'ho letto. - Brennan è il cognome suo e il cognome della nuova moglie. Non ricordo, me li confondo. Comunque si chiama Small Fry, pesce piccolo. È molto bello, è molto bello e c'è un passaggio che fa venire dei brividi lunghi così perché a un certo punto lei che vive questa situazione un po' dentro un po' fuori dalla famiglia, a un certo punto va a vivere con Jobs e la nuova moglie eccetera, ma ha questa grossa carenza affettiva eccetera, a un certo punto li ferma in cucina e chiede a Jobs e alla moglie "ma è possibile qui io? Ma mai neanche un abbraccio?" e la moglie di Jobs gli ha risposto "no, queste cose in questa famiglia non usano". Gli abbracci, ok, va bene, perfetto. Ego, Isaac Son che ha scritto la biografia di un personaggio del genere ha detto che Elon Musk non è particolarmente portato per l'empatia. Immaginate da che livello di riferimento avesse e possiamo stare tranquilli a quello che succederà a X nei prossimi mesi anni. Però ha portato a termine la sua opera che era quella di distruzione per ripartire a una sua logica. Twitter era destinato a una lenta agonia, a un lento fallimento considerato quello che era l'andamento dei suoi conti e delle prospettive. E lui ha detto "bene, bisogna prenderlo, spaccarlo, distruggere fino ad un piazza pur". Pagarli assi del dovuto. Pagarli assolutamente e poi dalle sue ceneri nascerà come l'araba fenice, la X fenice. Il piano A, la prima parte del piano ha funzionato, adesso vediamo la seconda. Diciamo che con questo uccisione del brand ha concluso degnamente la prima parte della cosa. Certo, Schumpeter, la distruzione creatrice. Pensa che abbia finito, ma può ancora andare avanti. Poi fa parte della gente, ha licenziato altra metà della gente. Può fare causa a se stesso, può fare causa a Twitter da parte di X. Non c'è mai da annoiarsi. Due secondi i nostri contatti. Se proprio volete chiacchierare con noi, il posto migliore è il nostro Slack, digitalia. m/slack, la chat multicanale dove ci sono tutti i digitaliani, si chiacchierà tutta la settimana, degli argomenti più vari e girano anche molte notizie di cui poi parliamo in trasmissione, spesso le prendiamo di lì. E poi su Nastodon dove trovate digitalia. m@mastodon. , che è l'account aziendale, possiamo dire così, Michele DM @LivelloSegreto. t, Francesco MD Sol@LivelloSegreto. t e il sottoscritto FrancoSolerio@mastodon. ocial, il bocchettone in fase di realizzazione, lo so, l'avrei preparato in settimana. Per ora andate ancora a sentire quello su X, che è Twitter. om o X. om, non so se funzionino già i link, qualcuno oggi diceva che non avevano neanche ancora registrato. Funzionano, funzionano. X. om/digitaliafm. Funziona HTTPS, perché oggi pomeriggio pareva che non avevano ancora creato i certificati. Non li hai fatti tu i certificati. No, lo pensavo che li facessi tu. Redirige, perlomeno non mi ha mostrato errori nella redirizione. X. om/digitalia_bc, bocchettone, bocchettone, no, back channel. Di lì passano tutte le notizie che prendiamo in considerazione per parlarne eventualmente in trasmissione. Qui è proprio una fontana di notizie, una roba tipo. Va beh. Privacy 1, abbiamo più capitoli sulla Privacy. Privacy 1 si apre con questa ragazza del Nebraska che ha utilizzato la pillola per terminare una gravidanza e si è beccata una condanna da 90 giorni di carcere. Come è stata intercettata, come è stato capito, come è stato scoperto e cosa è stato usato in tribunale, perché aveva fatto questo? Perché ne aveva parlato con sua madre sulla chat di messaggistica, quindi teoricamente privata di Facebook. Storia brutta, brutta, brutta, anche perché oltre al tema appunto la ragazza e la madre erano sotto inchiesta da parte delle autorità del nebraska, dello stato del nebraska. Si, come dire, questa storia appunto di privacy, di presunta infiltrazione della privacy, ecco, si intreccia poi con tutte quelle che sono le nuove leggi sull'aborto. Nel frattempo sta venendo giù un altro temporale tropicale qui a Milano. In realtà Michele ci hanno già segnalato oggi sul mastodon che in realtà le leggi nuove sull'aborto centrano poco. No, in questo caso no, anche perché peraltro non è peraltro. E attenzione, è vero, nel senso l'aborto è stato attuato nel terzo trimestre, quindi sarebbe illegale anche in Italia, però appunto il perché si è arrivato lì e comunque quando le conversazioni risalgono credo alle prime 22 settimane, se non ricordo male, quando appunto per le leggi del tempo non poteva comunque praticare l'aborto e quindi per quello si è andate verso quest'altra strada. Ovviamente, ovviamente, articolo dedicato a quelli che, come dicevamo su mastodon, se non hai niente da nascondere perché ti preoccupi della privacy, che è l'argomento più stupido che viene portato spesso in questo tipo di situazioni, anzi prima di questo tipo di situazioni di polemica riguardo a. Andiamo avanti sempre nel campo della privacy. Questa intelligenza artificiale sorveglia milioni di automobili ogni giorno e dice ai poliziotti se tu stai guidando come un criminale. Non nel senso che vai a 300 km l'articolo fa pensare, guidi come un criminale, se ti metti su due ruote in via Roma. È molto più interessante. Se fai la strada giusta dei crimini, se sei sulla strada del crimine ecco. Ma allora mentre sul precedente articolo ero penso che fossimo tutti abbastanza concordi nell'indignazione, io qua non sono sicuro di essere indignato, è sicuramente una storia interessante, ovvero grazie all'uso di un sacco di telecamere fisse più quelle mobili installate sulle macchine delle pattuglie dei vigilini nello stato del. non me lo ricordo, negli Stati Uniti, hanno fondamentalmente sono riusciti a tracciare il movimento di tutta una serie di automobili e peredire quelle che fanno appunto percorsi che più potevano portare queste persone a essere dei professionisti del mondo del commercio a dettaglio di sostanze sottopeffacenti. Così facendo appunto hanno trovato, hanno fermato, pizzicato questa persona che stava guidando i limiti su una strada giusta con la cintura, tutto in regola anche troppo volendo e giustamente gli hanno trovato a quel punto un carico imprevisto che appunto non ci sarebbero stati altri motivi se non quell'uso di questi algoritmi di predizione. A te non preoccupa perché lo vedi dal punto di vista del risultato o almeno del risultato noto. Intanto non ti dice quanti falsi negativi, per cui quante persone che facevano la stessa strada sono state messe sotto la lente di ingrandimento della polizia, hanno subito magari delle perquisizioni, sono state oggetto di, sono state fermate, hanno perso la giornata al lavoro e gli hanno puntato una pistola, gli hanno messo una pistola in bocca come usano generalmente i poliziotti da quelle parti per capire "tu criminale su questa strada dove stai andando". Il problema è quello che si chiama pescastrascico, cioè cercare da dei dati che possono essere assolutamente onesti e puliti eccetera, per forza cercare di capire il colpevole è pescastrascico, è proprio quello che è tipico di uno stato di sorveglianza, di uno stato di polizia. - È un po' meglio dell'attuale pescastrascico se non hai la faccia bianca. - Va bene d'accordo. - Cioè secondo me è un po' migliorativo. - Ed è anche meglio dei campi di concentramento in Cambogia sotto Pol Pot. - Certo, certo. I quali a loro volta sono leggermente meglio di quelli nazisti con le docce e coi gas, i quali sono… - E la reduzioni arriva sempre. - Infatti io avevo messo Pol Pot in mezzo, mi sono fermato. - Pol Pot fa da cuscinetto tra Hitler e le polizie attuali. Va bene fantastico. - Il cuscinetto di Pol Pot, che tra l'altro ha un nome che fa pensare a una cosa cuscinosa o una polpetta. - Come fa a pensare a polpette. - Esatto, una polpetta è una cosa che può fare un po' da tutire. Siamo sempre in follow up, la settimana scorsa abbiamo parlato a proposito di sorveglianza delle automobili autonome che girano per gli Stati Uniti, che vengono utilizzate dalla Polizia Americana per di fatto anche qui fare sorveglianza un po' a tappeto e quindi trasformando queste vetture di fatto in un'estensione del grande fratello che è già stato iniziato con le telecamere installate nei municipi, più quelle dei citofoni connessi, i vari Amazon Ring e robe del genere, il nostro Massimo Canducci ci ha mandato un "Te l'avevo detto" con un articolo suo su Repubblica che "Pagamenti, salute e sicurezza, cosa può fare un'auto connessa?" dove parlava già un anno fa, più di un anno fa, di questo tipo di rischi e problematiche dal punto di vista sia positivo sia negativo. Ne approfitto perché il nostro Massimo Canducci, amicissimo di Digitalia, mi ha mandato l'ultima copia del suo libro "Vite aumentate" che sto leggendo in questi giorni e che vi consiglio ovviamente, Massimo scrive dei grandi libri digitaliani, "Vite aumentate le tecnologie e il futuro che ci aspetta", quali sono le tecnologie più interessanti di oggi e domani, come si relazionano le une alle altre, insomma trovate tanti spunti e tante citazioni anche delle stesse notizie di cui sentite parlare settimanalmente qui su Digitalia, ma non è finita con i libri perché c'è qualche sorpresa dopo, state pronti tenetevi connessi e se volete un consiglio non saltate il capito dei produttori esecutivi perché ci sono sorpresi in arrivo. Amazon ha detto ai suoi guidatori, dei vari camioncini, delle consegne, di non preoccuparsi per quelle telecamerine installate lì dentro all'abitacolo, non preoccupatevi state tranquilli tanto è una cosa tra di noi. Quando una corp dice "non preoccupatevi che" sappiamo già come va a finire. Esatto. In questo caso si tratta appunto di questi dispositivi con telecamera che sono stati installati nei camioncini dei Amazon Delivery Service Partners che sono quelli a cui Amazon affida l'ultimo miglio portare poi il pacco dal centro di distribuzione alla casa. Cosa è successo? Che piano piano su Twitter, su Reddit dove c'è una subreddit dedicata, piano piano hanno iniziato ad uscire dei video registrati chiaramente da questi dispositivi registrati proprio inquadrando lo schermo di una persona. Già te le camere di sicurezza che magari non è che si vedano così bene col telefonino riprende il monitor wow! Qualità patata però comunque abbastanza ad esempio da identificare. In realtà poi ci sono anche situazioni ridanciane il cane che va a salutare il postino di Amazon, il correre di Amazon però ovviamente è facile capire che se una volta appunto è la cosa per ridere del cane, mille altre volte sarà il controllo che queste società, queste aziende per conto di Amazon poi fanno il controllo che fanno dei corrieri. Oltre all'immagine ovviamente c'è tutta la telemetria del furgone, la velocità, ovviamente l'orario e così via. Quindi da una parte c'è il problema del controllo sul lavoro di queste persone dall'altra poi la fuga di dati presso i partner che appunto si finisce poi sempre che i video vengono pubblicati per farsi due risate. C'è qualche sistema di telecamere che prima o poi non è finito online? Ci sto pensando veramente, già il Roomba che aveva la telecamerina fu usato, nel senso, ed è sempre Amazon fra l'altro. C'è un detto che usava molto un po' di tempo fa nei circoli cipherpunk e roba del genere che è "information wants to be free" cioè noi ci ostiniamo a pensare che l'informazione digitale possa in qualche modo essere circoscritta, bloccata, DRMizzata, ma non c'è niente da fare. L'informazione vuole essere libera nel momento in cui abbiamo abbracciato il mondo di cavie e fibre ottiche e messo in comunicazione tutti i computer e tutte. non c'è speranza che l'informazione non circoli, l'informazione circola e circolerà e il video, come hai fatto giustamente notare tu Francesco, prima o poi se c'è qualcosa di curioso che può interessare anche solo un tot di persone in un angolino di Reddit, inizierà a girare in quell'angolino di Reddit. Non c'è niente da fare. Esatto, poi il vantaggio, la cosa positiva è che una volta che emerge, almeno poi vengono scritti articoli anche di denuncia e viene portato alla conoscenza del pubblico, altrimenti servirebbe un leaker per farlo. In realtà anche questi sono leaker, ecco però con scopi non necessariamente, come dire, eroici. No, ne per forza malevoli, ma non conta. L'informazione viaggia libera. Scopre il tradimento del fidanzato chiedendo ad Alexa "dove si trova?" Michele sospira. No, io sospiro, va bene, innanzitutto perché questo è un articolo di aprile di cui ho provato a cercare tutti i red flag di una cagata bestiale. No, non è red flag di una cagata bestiale. Aspetta, aspetta, vorrei leggere un paio di passaggi. Alessia, nome di fantasia, Cercamarco, nome di fantasia e Alessia, nome di fantasia. Per quante volte c'è scritto "nome di fantasia", l'abbiamo capito. Però ho provato anche a indagare se ci fossero delle fonti, se magari qualcuno, il cugino di un giornalista che ha parlato. No, non sono riuscito a trovarne se non. Però se lo cerchi, se lo cerchi la stessa notizia è girato su più testate. Niente di particolarmente scomposite. E tale qua le copie incollate, hanno fatto copie incollate. Conosci qualche articolo oggi che non si accoppia incolla di una press release o robe del genere. E ho capito qualche che ha fatto la press release, "Anna, nome di fantasia". Non ho capito. "Giornalismo as usual". Non lo so, va bene. No, aspetta, attenzione, è Alessia, nome di fantasia, che usa quello che possiamo soprannuminare Alessia per non farli partire in tutte le case. C'è anche questa raffinatezza stilistica del nome che assomiglia all'oggetto. Comunque è stato, poi facciamo finta che sia successo davvero e andiamo avanti con la discussione. No, no, per carità, niente discussione. Era un articolo di colore buttato lì, non so se voi volete imbastirci una discussione. Pare che il motivo del leak fosse che il tizio aveva collegato il telefono in qualche modo ad Alicchia e che Alicchia avesse in qualche modo accesso, scaricato accesso ai messaggi del tizio. Non è particolarmente dettagliato. Prima gli ha dato l'indirizzo. Ok, e quindi già. Prima dice che ha dato l'indirizzo, poi a quel punto ha chiesto "Leggimi l'ultimo messaggio, l'ultimo messaggio è atteso, allora ti aspetto per un minuto o qualcosa del genere". Su altri articoli invece ho letto "Ed Allamante", quindi Alicchia che è proprio la stessa. Ha fatto il passo successivo, d'altra parte è capitato, Amazon ha proponuto. Magari l'amante è Alicchia. Il nome è lo stesso, sono i robot che seminano Zizzania e iniziano a prendere la rincorsa per la rivoluzione dei robot. Ci sono anche buone notizie però Apple dice che rimuoverà i messaggi FaceTime nel Regno Unito piuttosto che rompere la crittografia end to end. Si riferisce ovviamente alla proposta di legge inglese che renderebbe illegale la cifratura end to end su tutti i nostri dispositivi ed è già un punto fermo abbastanza importante quello da parte di Apple, ovviamente volto a provocare qualche sommovimento nell'opinione pubblica, perché l'idea è quella, non è quella di. Si, ha mandato una letterina, un messaggino in realtà, poi diventato otto pagine alla fine, per spiegare appunto il perché questa legge non sia ideale, ma cercando poi di far leva sull'evitare appunto di dover aprire i suoi sistemi. Mi chiedo se in realtà Bekton non esistano già visti altri regimi in cui comunque i messaggi c'è, però forse sono malpensante io. Sicuramente è un messaggio forte ecco da questo punto di vista. Tu pensi che gli iPhone venduti in Cina ad esempio non abbiano la crittografia forte? Non lo so, ci sono delle differenze, i server sono in Cina, basterebbe utilizzare una crittografia non end to end ma end to server, non lo so, questo non ha fonti quindi. Anche una end to end dove una copia delle chiavi è posseduta, quindi end to end to third party. End to end to end, come? E così è, è certo, c'è niente da fare. Per una buona che ne fa Apple ci pensa subito il dipartimento successivo a cercare di tirare giù il nome, sembra che Apple stia cercando di brevettare la mela fondamentalmente, di registrare la mela come simbolo, come marchio, ma non la mela morsicata in bianco sul sconto nero, proprio se qualcuno. Quando andremo al supermercato se va avanti così, mi dia un pacchetto di mele, "si guardi sono un euro al chilo più la tassa di 2,99 di iTunes" ma come? Sì, infatti sono molto arrabbiati quelli del sindacato dei fruttaroli svizzeri in particolare, ma l'articolo che è di Wired dice che in realtà l'ufficio legale di Apple si sta muovendo in questa direzione da un po' di. Già in altri paesi ha già ottenuto qualche cosa del genere, dice, ed è la Früht Union Suisse, credo che sia una specie di col diretti svizzera, una roba del genere. Esatto. Beh, insomma, è preoccupante. La tone "preparati a pagare i diritti" Non è una bella cosa, cioè proprio arroganza, no? L'idea che una corporation possa permettersi anche solo di pensare, di avere diritto su un qualche cosa di universale come una cacchio di mela è veramente una roba vergognosa. Era divertente ai tempi quando se le dava coi Beatles adesso un po' meno. Sì, coi Beatles che avevano iniziato in amicizia, sì, tranquilli, non faremo mai musica, poi si è vista come è andata. Io suggerisco a Apple di iniziare con l'Apple Pie, ce l'hanno lì vicino in America, secondo me partono da lì. Potrebbero mettere una mela, una torta in tutti gli Apple Store per i clienti, chiamarla Apple Pie, certo, dopo un po' brevetarla, ci mancherebbe, certo. Roberto ci suggerisce di registrare il nome Italia. E cioè, potremmo fare la cosa, esatto, certamente. Chiamo l'ufficio legale. Pronto? Tu, tu, tu. Va bene, una nota triste, perché ci ha lasciato Kevin Mitnick che è il condor. Eh sì, io mi ricordo i giorni dell'arresto o subito prima dell'arresto che c'era questa caccia all'uomo che aveva riverberato fino dalle nostre parti, erano gli anni, erano gli albori di Internet, erano gli anni di CompuServe, io mi collegavo in rete a Torino con la dial-up e si parlava di sto tizio che riusciva a scappare l'FBI, più volte per il rotto della cuffia aveva a disposizione migliaia di numeri di telefono clonati e poteva passare da uno all'altro eccetera, poi lo beccarono. Per i giovanissimissimi, perché veramente, se no, Kevin Mitnick è l'hacker, cioè proprio l'hacker più famoso che sia mai esistito probabilmente, quello che ha inventato il social engineering, cioè invece che cercare di inventare, di indovinare la password, chiamava la segretaria e chiedeva di leggere quello che c'era scritto sul post-it e tipicamente funzionava. Quindi sicuramente è un grandissimo, comunque, dell'informatica, perché si sa gli hacker, anche se lavorano magari in terreni grigi, all'inizio sicuramente la sua carriera in terreni decisamente molto poco corretti, però contribuiscono poi a migliorare tutto quello che abbiamo fra le mani noi in questo momento, quindi salutiamo il grande Condor. - Mitnick era un movimentato dal vero spirito hacker, che non era quello dell'arricchimento, del danno, della truffa necessariamente, ma quello della conoscenza. Leggete lo libro, ve lo consiglio, è quasi un fondamentale digitaliano, si chiama "Ghost in the wires". È veramente bello, racconta in maniera molto sincera la scritto dopo essere uscito di prigione, per cui in totale sincerità non aveva più niente di cui poteva essere in qualche modo accusato. E fondamentalmente iniziavano a cercare di hackerare le centrali telefoniche e entrare nei sistemi delle telco per rubare cose, per rubare i manuali delle centrali telefoniche, per capire come funzionavano e come fare, e la roba più figa a quei tempi era quella di riuscire a fare delle telefonate intercontinentali senza pagare niente e farlo vedere agli amici. C'erano i famosi phone freaker che utilizzavano il freaking. Inizialmente il primissimo o il più famoso dei pirati, dei phone freaker della prima ora era Captain Crunch, che si chiamava così perché utilizzava il fischietto che veniva regalato nelle confezioni di cereali, Captain Crunch. E con quel fischietto riusciva a modulare la stessa coppia di toni a cui rispondevano le centrali telefoniche sbloccando la telefonata gratuita. Come nota di colore il primo prodotto elettronico, non ancora marchio Apple, ma prodotto e commercializzato dalla coppia Steve Jobs/Steve Wozniak, era proprio una blue box che erano appunto questi dispositivi non più a fischietto ma elettronici per generare i toni che servivano a sbloccare le funzionalità segrete dai telefoni pubblici. E' stato il primo gingillo elettronico prodotto da Wozniak e venduto da Steve Jobs. Vabbè, bella storia, è un pezzo di storia quindi della nostra IT, che se ne va. E appunto leggetevi se vi va di conoscere questo pezzo di storia in maniera un po' più a fondo, leggetevi il libro. E ai tempi, erano i tempi della fobia nei confronti di chi sapeva queste cose che apparivano come stregoni, il pubblico ministero che lo accusava di fronte al giudice gli fece dare mesi e mesi e mesi di isolamento in carcere, dicendo in tribunale che Kevin Mitnick con un telefono in mano avrebbe potuto scatenare una guerra nucleare semplicemente fischiettando nel telefono. Però quello era Wargames, secondo me ha visto un film. È una roba colossalmente assurda, però il giudice ci credette a proposito di istituzioni che non capiscono un cacchio di tecnologia e quindi gli diede otto mesi di isolamento, una roba del genere, il divieto di toccare qualsiasi strumento tecnologico e qualsiasi telefono che non fosse un telefono a gettoni senza la tastiera, della roba allucinante. Oh ragazzi, ciao Kevin. Produttore Esecutivi, non saltate questo pezzo perché iniziamo a farlo un po' più gustoso con i messaggi dei nostri digitaliani e oggi ci sono pure i regali. I produttori esecutivi sono la linfa vitale di Digitalia, noi li ringraziamo e gli facciamo anche dei regali oggi. Perché Digitalia? Fondamentalmente si basa su quello, questa è una delle puntate che preferisco io. Senza sponsor, solo produttori esecutivi, solo noi e voi. Noi produciamo, voi ascoltate, noi lavoriamo, voi ci date qualcosa in cambio. D' altre parti il value for value, valore per valore, lo declinano in tre entità che sono le tre T, time, talent and treasure. Per cui potete darci un po' del vostro tempo, potete darci un po' del vostro talento, potete darci qualcosa del vostro tesoro, ovvero qualche soldino. Il soldino è la cosa più facile, ci mancherebbe. Noi ci accontentiamo di poco, tanto è che non vi costringiamo né a una quantità né a una cadenza. Il tempo e il talento, se volete fornirci qualche servizio, crearci qualche sigla, qualche messaggio audio su degli argomenti, se volete partecipare scrivendo su Slack, mettendo gli articoli che vi sembrano più interessanti, commentandoli già su Slack e quindi dandoci del pane, della materia prima per la trasmissione, anche quello è time and talent. Insomma time, talent and treasure. Intanto ringraziamo tutti quelli che ci hanno dato del treasure con le solite metodiche che ve lo ricordo sono facilissime perché Paypal Satisfay, Bitcoin, pagamento non c'è in vecchia maniera, bonifico bancario è più facile di così e poi le app del Podcasting 2. su Lightning Network, le cercate su newpodcastups. om. Noi in cambio continuiamo a lavorare per voi settimana dopo settimana e vi ringraziamo in trasmissione. Francesco vuoi darci tu una botta? Con grandissimo piacere iniziamo con gli streamer del Value for Value, 23 statosi arrivano da Alessandro Varesi, 1943 Capitan Harlock, 2070 Nicola Fort, 2014 Daxsta, 2679 Nicola Gabriele D, 3377 Giovenzo Pilla e 9461 Gianluca Trevisani. Grazie, grazie a tutti i nostri streamer sul Value for Value. Grazie mille anche a Manuel Zavate, Davide Tinti, donatori perpetui tutte le settimane con loro euro e Nicola Gabriele D che oltre al già citato streaming ci fa anche i 2 euro virgola 0 1 tutte le settimane li ringraziamo tantissimo, non si perpetua l'executive. Diamo avanti, un euro arriva da Luca Cipollone, 2 euro da Alex Spagnotta e entriamo nel gruppo dei donatori da 3 euro ricorrenti ogni mese ringraziando Alberto Cuffaro, Andrea Bottaro, Fabio Filisetti, Andrea Malesani, Fabio Brunelli, Giacomo Cipriani, Fabrizio Reina, Alessandro Grossi, Fabio Zappa, DJ Tecnologie di Desposito Antonio, Simone Magnaschi, Marco Traverso, Paola Bellini, Valerio Bendotti e Giuseppe Marino. Mi, ti, ci, grazie di cuore. Mi dico anche Davide Belli a 3 euro e 21 e Gianni B con i suoi 5 euro, one shot mentre tutte le settimane 5 euro ci rimandano tutti i mesi, scusatemi, ci rimandano Carlotta Cubetto, Edoardo Volpi Kellerman, Andrea Delise, Massimo Pollasti, Enrico Deanna, Alessandro Lago, Antonio Manna, Roberto Basile, Paolo Massignan, Antonio Gargiulio e Fabio Castro. Grandi, grazie davvero 5 euro tutti i mesi, grazie per la vostra generosità. Fantastico, adesso abbiamo una riga rossa, la leggo o vuoi dire? No, tu leggi le normalmente, vi diciamo solo che alcuni dei produttori che sentite adesso sono rosa, poi vi spieghiamo perché sono rosa. Vabbè, produttore rosa con un bonifico da 5 euro e 11 tutti i mesi Daniele Bastianelli e un messaggio. "Qualche settimana fa ho attivato il mio bonifico ricorrente da 5,11 mensile e ti vi chiedo perdono per non averlo fatto prima. Non ho scuse, vi voglio bene, un grande saluto". Anche noi ti vogliamo un bene d'amati Daniele, grazie di cuore che capisci, che hai capito finalmente il valore della proposizione value for value e continua così, dacci la mano, noi continuiamo a lavorare anche per te e ti facciamo produttore rosa insieme a qualcun altro, lo scoprirei tra poco. Andiamo avanti con, ringraziandoci per i suoi 5,32 euro, Cristian Pastori e Angelo Travaglione, idem Carlo Annibale, anche lui, non so perché c'è una riga vuota ma rientra nello stesso gruppo. Grazie a tutti loro, entriamo ora nella zona grandi produttori, quindi 10 euro in su, 10 euro da Vincenzo Napolitano con un messaggio, buon pomeriggio, grazie a tutti per il vostro lavoro. Grazie Vincenzo. Anche lui scritto su Ligarosa. Sempre su Ligarosa, ringraziamo per tutti i mesi, 10 euro ci arrivano da Marcello Marigliano, e cambio pagina, Fabrizio Mele, 10 euro del bonifico ricorrente tutti i mesi e Manuele Paolo Lorenzo Giuseppe M, 15 euro di donazione singola, anche lui come Fabrizio su Ligarosa. Grazie. Infine, Lidexec di producer su Ligarosa, anche lui con un bellissimo messaggio, un'altra dose, non basta mai, bravi. E i suoi 30 euro. Meglio di Breaking Bad. Bravissimo. Gabriele Tubertini. Grazie di cuore, mitici, grazie ai produttori esecutivi per questa puntata, ai produttori rosa, ai produttori esecutivi rosa, Daniele Bastianelli, Vincenzo Napolitano, Marcello Marigliano, Fabrizio Mele, Manuele Paolo Lorenzo Giuseppe M e Gabriele Tubertini avranno la sua presa tra poco, insieme a altri 3 produttori della puntata scorsa. State online per capire di cosa si tratta. [Musica] Dovete sapere che qualche settimana fa sono venuti allo scoperto tre transfugi digitaliani, ovvero Michele, Giulio e Max, che quatti quatti di nascosto di nascosto si son messi lì con un oscuro figuro di nome Fiorenzo Pilla e una bravissima fanciulla di nome Rossella Dolce, dico bene, mi dimentico qualunque. Corretto. E hanno pensato bene di scrivere un libro su le novità riguardanti i large language models un po' alla maniera digitaliana e capitanati dal buon Pilla hanno scritto, hanno prodotto questo uno nessuno chat GPT che è uscito una settimana o due fa. Che è uscito in digitale un mesetto oramai fa e oramai dovrebbe anche essere disponibile fisico ma solo nelle migliori librerie, non quelle medie, non quelle scarse, solo le migliori. Andate anche dal vostro libraio scarso e ditegli di elevarsi tenendo qualche copia di uno o nessuno chat GPT di le dizioni. Non nei peggiori bar di Caracas. Esatto. Magari una copia la trovate anche lì e ci finisce per colpa ai nostri produttori esecutivi magari che se la portano nei peggiori bar di Caracas perché perché una settimana fa le dizioni ci ha detto ragazzi dieci copie gratis datele a chi volete voi su digitali e chi siamo noi per rifiutare un regalo del genere. E abbiamo detto va bene a chi le diamo. Ci siamo venuti in mente concorsi a premi casini in Italia sapete burocrazia nottai ma come si fa ma come non si fa. La guardia di finanza soprattutto. Abbiamo iniziato a fare esatto avanti e indietro con Michele Giulio che scartabellava codici ma noi quando ce lo chiede la Coca Cola facciamo così. Noi mica si ha la Coca Cola c'è una roba. Vabbè allora cosa abbiamo detto di più di più. Non bandiamo nessuno a Bonamè nessun concorso nessuna roba. Prendiamo i produttori esecutivi prendiamo i grandi produttori e gli regaliamo a loro per grandi produttori questa puntata. E poi oggi ho pensato ma siccome un po di tempo che stiamo spingendo su questa cosa dei messaggi. No lo dicevamo con Francesco no è bello quando i produttori esecutivi ci mandano dei messaggi perché arricchisce il segmento. E si diventano meno monotone si chiacchierà di più. Allora oltre ai produttori esecutivi abbiamo detto vabbè peschiamo anche il produttore l'altro produttore che ci ha scritto oggi che non è un grande produttore come gli altri ma che anche lui ci ha mandato un messaggio che è Daniele. E poi siccome ce n'è ancora un po andiamo a beccare i produttori esecutivi della puntata scorsa che ci hanno mandato un messaggio per cui a quelli di cui abbiamo parlato prima aggiungiamo Raffaele Di Palma Salvatore Coppola e Leonardo Callegaro che nella puntata 683 ci hanno mandato una donazione un aiuto un busto un quello che volete con allegato un messaggio. C'era anche un quarto me era Fiorenzo Pilla mi sembrava un po brutto ma che lo discrimini mandare il libro che ha scritto lui in omaggio mi sembrava un po così per cui. Volevamo anche chiedere di firmarselo e dedicarselo così si tocca anche regge. Perchè no va bene per cui allora una cosa Daniele Bastianelli Vincenzo Napolitano Marcello Marigliano Fabrizio Mele Manuele Paolo Lorenzo Giuseppe M. che non ho capito se è un povero digitale con quattro nomi o son quattro poveri digitali con un nome so esattamente facci sapere che siano curiosissimi Gabriele Tubertini Raffaele Di Palma Salvatore Coppola e Leonardo Callegaro mettetevi in contatto con Michele dove scrivi dove vi facciamo scrivere su. Sui d'ai qualsiasi mezzo su Slug su Slug così se non ci siete è l'occasione buona per venire sul nostro Slug venite su Slug e cercate Michele in qualsiasi chat in quella diretta che volete scrivete a Michele DM su Slug se non ricordo male si chiama così e dite che lui si occupa di farvi mandare direttamente dalle edizioni il libro e poi 1 2 3 4 5 6 7 8 9 sono 1 2 3 4 5 6 7 8 9. Ne avanza uno lo regaliamo alla prossima volta a chi ci manda il messaggio più simpatico nel segmento dei produttori esecutivi così a cacchio visto che c'è il bonus eccetera quello il libro di Fiorenzo Pilla lo beccherà uno di voi la settimana prossima scriveteci se qualcuno si dimentica di scrivere eccetera vi diamo tempo tutto ad agosto quello che non va ad agosto lo ripeschiamo a settembre e lo regaliamo a qualcun altro a settembre per cui non dimenticatevi non ci ho pensato. Cacchio mi sono dimenticato eccetera scrivete a Michele che arriva uno nessuno chat gpt e se non siete tra i fortunati ragazzi è un libro è un vero libro di digitale di italiano cos'è 10 euro 15 euro cosa costa Michele libro 14 euro e 90 14 euro 90 meno in versione kinder cartaceo ok edizione digitale 6 euro e 90 ragazzi è un è un imperdibile è un imperdibile uno nessuno chat gpt magari ne arriveranno altri di libri in futuro. Chi lo sa o magari ci sarà occasione di fare qualche altro mi piace mi piace dare qualche cosa indietro ai nostri ai nostri produttori esecutivi time talent e treasurer perché il treasurer può fluire in entrambi i sensi e il time e il talent anche uno scambio di valori che può andare in entrambi i sensi per tutte e tre le declinazioni non so se mi se mi spiego e diventa arricchisce tutti anche in senso come dire morale. E' una bella cosa che unisce tutta la nostra community è come l'ent di prima una mucchiata di crittografica crittografica esattamente developers developers developers bellissima Francesco tu sei il più developers di tutti qui in mezzo. Questo articolo soprattutto io ho ancora un palmpire pilot 3 ancora io ho due funzionanti che modello ho un palma 3 e il 3 che ho avuto sì un trio è un trio che non era più. Nel telefono quindi già poi gestire un cinema IMAX può gestire un cinema IMAX perché esattamente scopriamo che i cinema IMAX sono gestiti in particolare quello che è il cambio delle bobine perché i film realmente stanno su una sola bobina. Il fatto di far partire secondo proiettore nel momento giusto lo gestisce questo oggetto meraviglioso pre iPhone che sarà appunto il palmare per eccellenza che il Palm Pilot. Non solo la notizia è ancora più bella. No esatto che problem che Palm Pilot ormai non se ne trovano molti visto che la Palm dopo l'uscita dell'Iphone praticamente il giorno dopo è andata abbastanza a gambe all'aria quindi non difficile trovare i pezzi di ricambio se non nel mio cassetto e quindi sappiate cinema IMAX se ne avete bisogno che si sono inventati che hanno emulato i Palm. Quindi adesso dei Palm emulati perché evidentemente il software per IMAX gira solo lì per cambiare la bobina esatto ci hanno un tablet appeso a fianco al cinema riproduttore al proiettore e sul tablet gira un emulatore con dentro il sistema del Palm Pilot con la sua cornice il Chrome che è la custodia del Pilot e dentro il software per costava costava un po' di tempo. Costava costava di meno installare degli emulatori che riscrivere da zero sarà così complicato questo software Francesco. Beh quanti tanto penso che sia un bel po di problemi di sincronizzazione di Palma comunque un oggetto che era veramente molto stabile evidentemente si è dimostrato da questo punto di vista pronto a sincronizzare sempre in maniera puntuale dentro al simulatore un po' meno dentro all'emulatore perché a quel punto no. Sì non è più l'oggetto che è semplice ma è all'interno di un oggetto molto più complicato sai cos'è Franco che come si fa a decidere quando far partire il secondo proiettore lo sapeva solo un tizio che era programmato nel vecchio C dei Palm e solo lui. Il codice sorgente è finito in una cantina. Nessuno sa come si fa a far partire il secondo e quindi emuliamo lo teniamo lì costa meno a questo punto prendere un tablet per quei cinema che hanno bisogno che non riscrivere. Apro e chiudo una parentesi il 5 maggio 2010 data della più o meno data dell'acquisizione di Palma da parte di HP la puntata 49 di digitali a Palmo di Luce con Carlo Becchi e Massimo De Santo parlavano dell'acquisizione della morte prematura del Palma. Tre produttori esecutivi. Comunque per chi può vederci in diretta. Eccolo che bello che piantino al cuore. Funziona anche perché vi dirò questo. C'è le batterie stile. Si c'è le stile. Quindi non è un problema trovare il caricatore ci infilo due pile si accende. È una meraviglia. Devo cercare sul Reddit la comunità di quelli che modano. Mi ricordo ancora tutto l'alfabeto graffiti perché per scrivere scrivevi la parte in basso dello schermo era muta vuota non comparivano caratteri ma era sensibile al tocco del pennino ma non aveva riconoscimento del testo dovevi scrivere in questo alfabeto particolare che è simile all'alfabeto maiuscolo stampatello ma ha delle differenze che permettono a rendere molto diverso ogni singolo carattere da tutti gli altri. Quindi rendere più facile per una cpu così semplice riconoscere che ci più si fu fu l'uovo di colombo. È difficile riconoscere il testo di citato delle persone insegnamoli un alfabeto nuovo. E con questa piccola trovata spaccarono il sedere a alla Apple di allora che vendeva il Newton che costava infinitamente di più era infinitamente più complesso prometteva di riconoscere qualsiasi callegrafia ma in realtà non proprio una mazza e Pan Pilot che era molto più piccolo lo mettevi in tasca eccetera aveva una fiorentissima community di sviluppatori perché aveva fin da subito pubblicato il. Le librerie e il compilatore che era Code Warrior me lo ricordo bene avevo scritto un software. Code Warrior sicuramente non so se fosse l'unico ma direi di sì. E utilizzavo ai tempi Code Warrior e avevo scritto qualche cosa non mi ricordo assolutamente cosa per il parco. E collegavo il Pan Pilot a uno dei primi computer per la subacquia se quelli che vai sott'acqua e ti dice quanto tempo devi stare quando risali quanto tempo devi stare a dieci metri quanto tempo devi stare a cinque metri e sostituisce le tabelle di decompressione fondamentalmente oggi li usano tutti. Anzi se vi ricordate l'ultima presentazione dell'Apple Watch ultra Apple Watch lo presentavano anche come sostituto dei computer da scuba diving proprio per quello. Uno dei primi si chiama Aladdin aveva questi tasti di metallo due dei tasti di metallo erano cavi ci infilavi due specie di aghi e avevi due polli che collegavi a una porta seriale e io li collegava al Pan Pilot aveva poi scritto un software che permetteva di scaricare sul Pan Pilot il log della di ogni singola di ogni singola immersione. Siamo nell'archeologia qui. E ovviamente c'è appunto una subreddit l'ho trovata ovviamente ar slash Palm e c'è un sito che si chiama Palm DB. Net di appassionati che da cui è possibile scaricare giochini applicazioni. Che bella cosa devo trovarlo devo trovarlo anch'io un vecchio Palm. Io non ho avuto un paio il primo era 3C è possibile che ci era 3 una lettera a fianco 3X 3X 3X. Infatti mi sembrava proprio. Poi è Bill 5 è un paio di tre uno con graffiti uno con tasti rino microscopico. Il 3 ho mai avuto avuto due due Palm Pilot bellissimi bellissimi. Azienda piccola californiana della Silicon Valley della prima ora. Bene visto che siamo in ambito sviluppatori un bello sgambetto agli sviluppatori da parte di Apple almeno per ora nella beta di macOS Sonoma il sistema operativo per il Mac che uscirà settembre ottobre giù di lì. L'hai seguito un po Francesco. Sì. Allora intanto è un bellissimo post che è stato scritto da dai ragazzi di Rogameba. L'azienda che fa audio hijack e tutta un'altra serie di tool software veramente critici per quello che è la registrazione audio tipicamente veramente famosi fin dalle prime versioni di macOS che in realtà critica certamente loro stanno analizzando analizzano perché poi loro software vanno molto in profondità in sistema operativo ogni beta ma si sono concentrati sul fatto che la nuova beta notifichi innanzitutto a loro. Iniziatura l'utente e non al programmatore è già questa una stranezza no. Quelle che sono le API deprecate le piade precate sono funzioni di sistema operativo che è poi deciso non serve più le facciamo in un altro modo si spera e quindi il programmatore deve aggiornare o non le facciamo più e quindi uno si attacca. Il fatto che la scelta qui la critica è che compaiono dei messaggi di errore con il classico simbolo rosso e scritto alert questa cash delete è una funzione deprecata contatta lo sviluppatore intelligent platform core deprecato contatta. Quindi questa maniera un po' si mette pressione mette pressione perché istiga l'utente a fare pressione sullo sviluppatore perché utilizzi non utilizzi più delle funzioni deprecate le funzioni deprecate in realtà come funziona di solito ovviamente sistemi operativi evolgono tu scrivi una un software che funziona su Pippo S 1. . Pippo tira fuori Pippo S 2. 3. 4. nei vari miglioramenti a un certo punto mette delle funzioni nuove e dice segnala come deprecate quelle vecchie che cosa vuol dire vuol dire che suggerisce agli sviluppatori di piano piano trovare un modo per non utilizzare più le librerie vecchie le chiamate di funzioni vecchie e utilizzare quelle nuove per per fare. In qualche modo per sfruttare le caratteristiche più innovative del sistema operativo e le funzioni deprecate di solito rimangono deprecate per 3 4 5 6 release quindi in questo caso 3 4 5 6 anni alcune anche per 10 anni se sono molto o alcune anche un anno a volte perché possono anche essere tempi più distretti. Diciamo che nell'utilizzo nella cosa di Apple non è mai capitato di vedere delle funzioni deprecate dopo un anno però resta una cosa tra Apple e lo sviluppatore lo sviluppatore vede questo messaggio non di errore ma di warning di attenzione quando compila per il nuovo sistema operativo il suo software e il messaggio dice occhio che stai utilizzando le librerie deprecate nei prossimi anni a un certo punto la tua app smetterà di prima di poter essere compilata con le nuove versioni dell'SSD. E a un certo punto anche le versioni compilate precedentemente potrebbero smettere di funzionare sulle future versioni di e quindi normalmente è come dire una una moral suasion un invito allo sviluppatore ad ammodernare la app in modo da seguire l'ammodernamento del sistema operativo. Scadenza in un certo senso software per il resto del mondo non c'è la data però intanto generalmente gli sviluppatori sono degli esseri terribilmente afflitti da sindrome ansiose e da comportamenti ossessivo compulsivi per cui quando compilano il loro software avere solo anche due warning gli dà fastidio e vogliono avere sempre il risultato della compilazione pulito con zero errori e zero warning per cui già quello fa soffrire lo sviluppatore lo porta molto fortemente. Verso la dismissione dell'utilizzo delle API deprecate ma mettere l'utente finale dentro questo rapporto infilarlo rompendo ogni volta che lancia la con un pannello che dice il tuo sviluppatore non ha ancora aggiornato la app per le nuove cose rompi le scatole è veramente una roba bruttissima. C'è da dire che questa cosa non è nuova in Apple nel senso che è nuova con questa violenza visiva nel senso che adesso proprio il simbolo il cartello rosso che ti compare è qualcosa che dà veramente panico agli sviluppatori però già su mac os e anche su iOS capitavano dei messaggi del tipo questa applicazione potrebbe non funzionare più in futuro o non funziona più contatta. Me lo ricordo sicuramente su estensioni di sistema nella quali ti dicevo che potrebbe non funzionare più e su certe app per il periodo 32 bit. Però ecco lì non era nel secondo caso era nel passaggio da 32 a 64 bit e quindi non è una questione di aggiornare o non aggiornare eccetera è che semplicemente nel momento in cui viene abbandonato il supporto ai 32 bit le applicazioni vecchie smettono di funzionare e quindi lì c'è un motivo molto arduo molto molto. Nel caso dei driver che lo fa ancora adesso mac se utilizzi driver audio ad esempio quelli che lavorano a livello del carnel quelli nuovi Apple vuole far vuole che si sviluppino dei driver per ad esempio le schede audio che lavorano non più a livello del carnel ma a livello di a livello utente. Se hai ancora dei driver vecchio modello quando fa il boot compare questo schermo per occhio interrompi intanto solo una volta succede quando fa il boot della macchina e due interrompi il flow di utilizzo di un prodotto di Apple che è il sistema operativo per cui l'utente vede degradato tra virgolette l'utilizzo del sistema quando fa il boot prima di poterlo utilizzare deve fare clic su una spunta. Ma prima di utilizzare il sistema che è di Apple invece la boiata di Sonoma è che tutte le volte che io faccio partire la app di Facconi e solo la app di Facconi prima di poterlo usare devo togliere devo schiacciare ok su questo alert che dice Facconi è un coglione perché non ha ancora aggiornato la app e è un po' diverso. Tant'è che c'è stata una levata di scudi dai ragazzi. Il messaggio fra l'altro non dovrebbe c'è sbagliato non è chiedi allo sviluppatore di correggere ma è non aggiornare perché se no non ti funziona più. Piuttosto se tu hai un'applicazione che ti serve per il tuo lavoro non stai ad aggiornare a nuovo sistema finché non sei sicuro. Certo anche fra di noi ogni volta che c'è un aggiornamento di sistema Franco s'arrabbia che noi tutti aggiorniamo subito perché se quello non va e se quell'altro non va apposta perché uno dovrebbe attendere che i produttori delle sue app di lavoro ok quelli professionali dichiarino compatibilità. Il fatto di insistere sull'obbligare in un certo senso gli utenti a chiedere sviluppatore un aggiornamento quando magari può non essere nel loro interessi è secondo me un capovolgere il problema. Dovrebbero essere gli utenti che decidono di non aggiornare il suo operativo per mantenere compatibilità con un prodotto acquistato su cui basano comunque un'attività obistica professionale quel che è. Lo sai che lo sai che teguro gamiba esiste da trenta anni una roba del genere ma esiste ancora grazie al podcasting e quasi per sbaglio quasi per un incidente. La raccontato è stato raccontato da più da più persone e poi da Adam Kerr in persona quando Steve Jobs. Vole mettere voleva mettere il podcasting dentro iTunes che è stata un po la mossa che ha causato la prima esplosione del podcasting chiamò Adam Kerr che era un po il leader del movimento del podcasting indipendente eccetera e quello che aveva diretto la creazione della prima della prima directory di podcast. Il Steve Jobs lo invitò a Cupertino e ad anche a rianto a Cupertino passò due ore con Steve Jobs che tra le varie cose no tra tardi diceva bene io vi do la directory gratis se la mettete dentro iTunes eccetera eccetera. Lo store dei podcast di iTunes è nato da quel directory lì lo abbiamo raccontato l'abbiamo già raccontato tante volte eccetera e poi gli ha chiesto ma come fai per registrare il podcast usi il Mac. E lui gli disse sì guarda io uso solo il Mac per registrare e metto musica di musicisti che mi danno i diritti perché li conosco direttamente e per registrarla dentro al software di registrazione utilizzo questo software per Mac che si chiama Audio Eject Pro di Rogamiba. Audio Eject Pro esiste ancora oggi si chiama non si chiama più Audio Eject Bust si chiama Audio Eject Bust perfetto e serve proprio a intercettare l'audio di un'applicazione tra le altre cose e a buttarlo verso un'altra applicazione. In quel periodo. Ha totale insaputa da parte dello sviluppatore Rogamiba e fondamentemente all'insaputa di tutti come succede spesso per le cose che riguardano Apple Rogamiba era sotto accusa da parte di RIAI che è un po' la CIA americana perché. Perché era perché era l'unico modo con cui si poteva fondamentalmente copiare le musiche che allora Jobs vendeva sui iTunes allora vendeva la musica sui iTunes a pezzi singoli ma ancora non in me me pt3 ancora coperta dal DRM che aveva dovuto accettare Steve Jobs per avere il permesso di vendere la musica e con Audio Eject Pro si poteva mettere in riproduzione sui iTunes la musica e farla fare. E farla fluire verso un'altra app che registrava o registrarle direttamente dentro Audio Eject e quindi creare un file mp3 e quindi avevano chiesto a Steve Jobs di escludere la la la la questa applicazione rendendo chiudendo di nuovo del dei punti delle I. . . e delle librerie in modo da renderla inefficace e quando Steve Jobs che voleva far partire il podcasting e utilizzarlo come leva per rendere ancora più grande iTunes seppe che Audio Eject Pro veniva utilizzato dai podcasting. Eccetera fece il gesto dell'ombrello era I. . . e roga e Audio Eject continuò a funzionare e roga miba continuo a venderlo e a prosperare lo fa fino a oggi io oggi sto utilizzando Audio Eject per ridiriggere l'audio verso lo stream della web radio e per registrare le vostre voci come backup probabilmente anche voi lo utilizzate per qualche cosa nella vostra produttività non so se per podcasting o per altre cose. Insomma questa è una è una storia di colore che fa parte che fa parte della storia della storia del podcasting. Sepp Altman sepp Altman è andato a vedere Openheimer ma dice Michele forse ne ha visto uno diverso rispetto a quello che c'è nei. Non lo so nemmeno l'abbiamo ancora visto. Esatto io ho prenotato io ho prenotato a parte sono andato a vedere Barbie Venerdì e Openheimer mi tocca a settembre però in Sala Energia a Melzo. Esatto in Zichinzona Milano la risposta è quella di Franz però in realtà sepp Altman dopo aver visto Openheimer si è ricordato di Social Network adesso voi ve lo ricordate Social Network il film su Zuckerberg di David Fitch abbastanza cupo. Apparentemente sarebbero molto simili e apparentemente in realtà sarebbero non simili perché lui si aspettava da Openheimer un film che potesse ispirare una generazione di bambini a diventare fisici nucleare. Esattamente nucleari esatto esattamente come social network avrebbe fatto per i fondatori di startup. Adesso dico io e Barbie allora che cosa li ispira a diventare Barbie si spera essere persone migliori. Il punto è che è esattamente il contrario perché Openheimer Openheimer in realtà non adesso non l'ho visto ma dubito che il punto sia ispirare le persone a diventare dei fisici quanto immagino si concentri sulle sulle paturie di Openheimer. Sul dramma umano sul dramma umano. Significato di paturia. Che è meglio di paturia. Però The Social Network è stato fatto da David Fincher non per ispirare ad essere come Zuckerberg. Era il dramma umano di Zuckerberg che doveva fare un sacco di soldi passando sopra tutte le sue amicizie le persone. E' un dramma umano esatto è ancora il suo cuore spezzato ancora anni e anni dopo. Infatti dopo tanti anni dice. Franco non mi so se è vero. Stavo cercando una cosa stavo cercando non c'avevo il ditino. I'm sorry. Esatto. Grazie Marco. E va bene. Quindi insomma anche se Maltman ha un qualche tipo di percezione della realtà non diciamo non proprio incollato. Considerato che è l'amministratore delegato dell'azienda che sta creando la tecnologia che teoricamente dovrebbe guidare il genere umano nei prossimi 50 anni. Siamo messi molto bene. Non il migliore dei segnali. Non il migliore assolutamente no. Com'era quella storia dell'empatia. Quando è che Walter Isaacson fa un'altra biografia. Ma fondamentalmente fondamentalmente come come dicevano che chiunque vinca delle elezioni gli dovrebbe essere assolutamente categoricamente vietata a qualsiasi carica politica e di cosa è la stessa cosa. Cioè chiunque arrivi in cima a un'azienda che lavora nel mondo della tecnologia per definizione privo di empatia e ci può stare. Che è che qualcuno ha tweetato in questi giorni che è andato a exato Franco. Scusa che chiedo perdono. Che è andato a vedere in successione Oppenheimer e Barbie con la figlia bambina e il commento della bambina dopo aver visto i due film che ha distillato fondamentalmente l'essenza di Barbie e Nimer fondamentalmente ha detto Vabbè papà io la cosa che ho capito alla fine da questi due film è che alla fine gli uomini sono sempre loro a rovinare tutto. Diverterà qualcuno. La semplicità dei bambini è micidiale. A volte bisognerebbe ascoltarli. Io mi ricordo una volta portammo mio nipote che era ancora molto molto piccolo a vedere una partita allo stadio stadio nuova. Un spettacolo tutto eccetera di qua di là tutti gasati il tifo eccetera. E poi a un certo punto della partita e detto ma allora Emanuele ti diverti ti piace. Sì sì ma io quando gioco. Ma tutti sti scemi sono qui pagano il biglietto e manco giocano guardano gli altri che giocano. È un po così no è mettiti in coda ci sono altri 80 mila persone davanti a te. Ma tanto da nessuno giocherà. Però da un cambiato idea da cui si spiegano le ultime stagioni della Juventus. Certo avete proprio deve essere andata esattamente così e anche non solo nel giocare ma anche nei posti dirigenziali. Credo che sia andata esattamente. Ma se noi facessi. L'uomo della strada. Così esattamente va bene. Cosa vi piace delle notizie del capito dei capitoli vari su intelligenza artificiale large language models e robe del genere. Delle regole dettate dalla casa bianca e che le regole regole regole regole. Non è una birretta fra amici. Esatto una birretta tra amici delle simpatiche pacche sulle spalle. Stiamo parlando in realtà di un di un decalogo perché credo siano effettivamente dieci se non ricordo. Se ricordo male potrei sbagliare come i produttori. Come mi tolto anzi come migliori decalogi che hanno tutti otto regole è un otta un otta logo chiamiamolo un otta logo di regole che le aziende le principali aziende come Amazon Google Meta Open AI Microsoft e Antropik che non so chi sia inflection che non so chi siano e non ho avuto il tempo per quello che devi preoccuparti. Esatto sono quelle che non c'è Palantir però stranamente non c'è Palantir. Insomma sono delle regole troppo restrittive. Ma chi sono io per rispettare delle regole delle regole che poi in realtà non hanno nessun valore legale non hanno nessuna conseguenza in quanto se non rispettate soprattutto sono particolarmente vage. Ad esempio la prima queste aziende si impegnano non ho detto committare grandissimo si impegnano a dei test di sicurezza interne ed esterni della loro intelligenza artificiale prima del loro rilascio. Ok bene fate del beta testing che cos'è questa cosa. Allora io uso con successo da qualche settimana un plugin di Open AI di Charged BT che mi fa il riassunto degli articoli ed è uscito vuoto questo. No no no aspetta no no ma meglio ancora in qualcuno intanto addirittura aggiunge. Prima sempre il rilassunto poi dei fatti che è utile perché a me non c'è il rilascio cioè i punti principali qualche volta inventa ma li becco tutti e in fondo rarissimamente mette un commento. E qua ha messo salvaguardi e volontari adottate dalle aziende leader dell'intelligenza artificiale negli USA per gestire i rischi associati a questa tecnologia emergente. Hanno senso. Se ne ha chiesto lui. Volontarie. Vabbè questo commento di Charged BT. Meraviglioso. E in realtà le altre le altre sette più o meno sono su questo su questa falsa riga. Mi permetti di citare però io ho sottolineato quattro righe su questo primo commitment che dice in test e dice ci sono alcuni tipi di rischi per intelligenza artificiale. Ad esempio i rischi che modelli di intelligenza artificiale potrebbero essere utilizzati per sviluppare delle armi biologiche che il governo e i militari sono probabilmente meglio in grado di valutare. E allora mi immaginavo questi militari che valutano se le intelligenze artificiali possono essere usate per creare armi biologiche e me ne immaginavo così preoccupati. Dice ma guarda questa intelligenza artificiale si fregano le mani che potrebbero anche essere utilizzate. Esatto che potrebbero anche essere utilizzate per i militari sono proprio le persone giuste per farli valutare queste cose. Vieni vieni con la tua intelligenza artificiale che la usiamo noi. Vieni vieni. Vabbè mi ha fatto mi ha fatto un po ridere. Ecco questa idea. Questo credo che sia un po forse lo scenario migliore per queste per queste aziende almeno negli Stati Uniti poi in Unione Europea ovviamente è un po diversa la situazione. Però insomma loro sono andati alla casa bianca ne abbiamo parlato nei mesi scorsi ha fatto quattro chiacchiere col presidente degli Stati Uniti è uscito fuori queste regolette della buonanotte che dicono tutto anzi no non dicono neanche tutto. Non dicono proprio non dicono proprio niente senza alcun tipo di senza organismo dicono in realtà una versione alleggerita di quello che sono le indicazioni europee. Sono laboratori di test di certificazione di là chiediamo a qualcuno di verificare se è buono poi come lo faremo vedremo è un modo secondo me per tentare di dire ma si stiamo facendo come in Europa però tenendosi a casa loro comunque le regole. Ma le regole europee però dicono anche cosa si può fare e cosa non si può fare. Ecco sono delle regole che portano delle leggi che poi hanno delle pene. Qui che cosa succede se open ai no rispetto al commitment numero tre assolutamente niente. Abbiamo detto giurin giuretta che abbiamo brindato con la birra del salo vale giurin giuretta e poi per carità è l'atteggiamento americano di lasciamo fare alle aziende e vediamo cosa succede nel frattempo qualche miliardo di pill qualche punto di pill lo portano a casa poi. E poi il resto non conta è certo poi il resto non conta e qualcuno inizia a notare che open ai stia diventando meno intelligente. Sì diciamo che qualcuno ha fatto dei test ha cercato di misurare l'intelligenza fra l'altro per loro l'intelligenza è vedere se trova i numeri primi. E uno dei test è uno dei test. L'idea è che rispetto all'inizio anzi non è neanche uno dei test è uno delle delle dei degli esempi utilizzati dall'articolo per mostrare che in qualche modo open ai è peggiorato però non dice che fa parte di quella ricerca. Perché una ricerca almeno uno di questi temi arriva fuori da una ricerca di Stanford da l'università di Stanford per cui immagino che se hanno tirato fuori una pubblicazione scientifica. Abbiano fatto qualche cosa di un po più accurato di dire non ci dice di un thread di reddit che l'altro. No no chiaramente il. Ecco il. Ammetto che io non ho notato questa cosa ma non ne sono grandissimo utilizzatore a parte per farmi autocommentare gli articoli sull'intelligenza artificiale. Però posso immaginare che avendone fatto tutti noi in molti un utilizzo cercando di tirarlo al limite e quindi rincoglionendo un po' il sistema che comunque impara dalle conversazioni. Sono fatte per fare training. Beh in teoria la beta utilizzata serviva per poi migliorare quello che è il meccanismo in teoria anche lì quando gli dici 2 più 2 fa 4 no fa 5 guarda che fa 5 dopo un po. Ok grazie adesso me lo ricorderò quindi a furia di. Mo me lo segno. Esatto magari se l'ha segnato veramente ecco e quindi ora inizia a gestire in maniera un po più avevamo anche. Letto articoli le settimane scorse che parlavano del problema dell'avellamento della della fonte no del problema della ricorsione cioè che alla fine il problema per fare il training di tutte queste di tutti questi modelli servono quantità enormi di testo fondamentalmente queste quantità di normi di testo arrivano da dal repository di testo per eccellenza cioè internet. E che oramai da qualche mese però i più grossi produttori di testo su internet sono gli stessi modelli all'elm e quindi c'è una ricorsione che non può portare che ha una ha un appiattimento verso il basso e un peggioramento delle performance perché oggi i nuovi modelli all'elm vengono addestrati vengono viene fatto al training su l'output di precedenti modelli all'elm e quindi in qualche modo i difetti si accumulano si ingigantiscono. E le performance paradossalmente possono decrescere invece che aumentare era qualche cosa che era stato postulato qualche mese fa che era stato iniziato a descrivere qualche settimana fa e che questi ultimi articoli sembrano in qualche modo dimostrare o quanto meno. A me sembra di vedere un collegamento tra le due cose poi magari hanno scazzato i programmatori di open ai e le ultime le ultime release hanno sbagliato qualcosa però potrebbe essere anche un segnale di quel meccanismo. Se inizia il open ai e bard dicono un mucchio di cacchiate si stanno investendo dei miliardi nell'idea che saranno il futuro di tantissime industrie di tantissimi ambienti di tantissimi tipi di lavoro. Con però la premessa la supposizione che sia valido quello che è stato valido per tutte le tecnologie moderne in generale anche non moderne cioè che vanno nel tempo migliorando. Sì ok oggi open ai se ti deve scrivere un articolo ti scrive tre cose giuste quattro cacchiate e quindi comunque serve qualcuno che lo rilegga che lo correga eccetera quindi alla fine non serve a un cacchio ma. Se continuerà a migliorare considerato che questo è il punto di partenza già notevole un computer che da solo gli dici scrivi un articolo sugli u due e lui me lo scrive e se andrà migliorando come sono migliorate le automobili come sono migliorati i computer come sono migliorati gli editor di testo come sono migliorati i fogli di calcolo e beh ragazzi qui se investiamo un miliardo guadagneremo 100 miliardi. Potrebbe essere la prima tecnologia per cui non si rivela vero questa cosa o che per certi aspetti non si rivela vero tv 3d. E va bene quello bisogna dirlo sempre la seconda tecnologia. Beh c'è un altro pretendente che è il metaverso che insomma è l'allato se la gioca è lì nel purgatorio subito prima della tv 3d 140esima tecnologia che non ce la fa di quelle comunque si sparate così grosse. Beh può essere può essere quello o probabilmente può essere che abbiamo iniziato a imparare e io vorrei vederla anche forse in un modo positivo a riconoscere meglio le castronerie e quindi nel cercare anche di portarlo sempre più ai limiti magari quindi lo usiamo il sistema di generazione. In maniera un po' più consapevole soprattutto chi fa ricerca chi fa analisi di queste cose e quindi iniziare a trovare risposte non adeguate a domande magari molto più puntuali che non nel semplice tentativo di giocarci un po'. Con l'occhio critico magari fa veramente trovare più facilmente gli errori l'allucinazione di quei problemi tipici di questi. Questi oggetti software chi sembra crederci molto in questi oggetti software sono dalle parti di Hollywood tant'è che c'è il terrore mi sembra di capire da questo articolo che ci ha messo Michele tra gli show runner tra gli scrittori sceneggiatori di Hollywood. Ma in realtà il terrore corre prima di tutto ai livelli più bassi è uno dei motivi soprattutto dello show però credo anche degli autori ma poi anche degli attori che si sono uniti successivamente è anche quello dell'utilizzo delle loro dei loro materiali e delle loro immagini nel caso degli attori per la creazione di entità di entità artificiali. Quindi tu sei un autore magari in background in un film nel momento in cui ti sottopongono il contratto. Tu firmi anche una insomma l'autorizzazione all'utilizzo del tuo della tua immagine in quanto per intelligenza artificiale. Non solo perché in questi ultimi mesi chi fa il training di questi strumenti dice che di fatto quegli attori li hanno già data perché quando hanno firmato dol consenso alla Paramount a utilizzare la mia immagine a ridistribuirle a utilizzarla Worldwide senza limiti eccetera eccetera ai tempi quando hanno firmato questi modelli non esistevano ancora ma oggi esistono e OpenAI Google eccetera dicono e beh se avete dato il diritto di utilizzare eccetera questo comprende anche le tecnologie che allora non esistevano per cui noi la utilizziamo e voi non avete nessuna voce in capitolo. Mamma mia terribile. Esatto. E infatti sono in sciopero e sta creando qualche problemina Hollywood. Cosa è uscito un articolo di Forbes in cui si descrive una tecnologia un modello anzi che si chiama show runner e AI che mette insieme un po' tutte queste cose ed è stato allenato sulle. Ora mai che adesso non ricordo il numero esatto ma più di venti quattro ventiquattro venticinque stagioni di South Park che ovviamente è stato scelto per lo stile molto semplice della grafica dell'animazione quindi abbastanza facile da da anche degli script da replicare. In alcuni casi degli script per generare degli episodi degli episodi di ventidue minuti questi episodi sono stati pubblicati poi su Vimeo ve li potete andare andare a cercare e a vedere se proprio non avete niente da fare però in realtà non è vero è molto interessante per vedere a che punto è. Tu sei il nostro South Park ologo e queste puntate qui hanno senso o è no. Le puntate di per sé come dire non non è una puntata che è come come ci atto GPT e se potrebbe sembrare una persona che ti sta che ti sta parlando però diciamo che non ha capo né coda e non ha l'anima non ha il Witt non ha la sagacia. Anche se l'idea è proprio quella di una puntata in cui parla di di una metà puntata su se stessa sulla generazione di episodio che viene fatto tramite un'intelligenza artificiale quindi c'è proprio il tema all'interno del prodotto generato. Però il prodotto generato dall'uomo South Park se ci pensi a una profondità cioè la puoi leggere a più spessori e c'è un'ironia che è spesso no c'è un primo livello di ironia poi se guardi sotto c'è un secondo livello di ironia. Cioè è una cosa stratificata. Queste robe qui sono piatte non c'è niente sotto non non non non non non non non la capisco io magari ci vuole un LLM per capire. Sono oggi sono esercizi di stile tra l'altro nell'ultima stagione di South Park c'è una puntata su chat GPT che alla fine poi infatti a un certo punto si vede che la trama va completamente alla deriva per i fatti suoi e alla fine c'è scritto che gli autori l'hanno scritta insieme a chat a chat GPT è molto è molto interessante. Però lì è guidato? Esatto quello è guidato è una scrittura a quattro mani o a due mani una tastiera. Insomma qui invece stiamo parlando della generazione. In realtà poi è interessante vedere anche nei video si vede anche l'interfaccia e si vede anche il prompt che loro usano. Quindi ad esempio nella puntata con la di cui parla Francesco il prompt è il dei ricercatori allenano un'intelligenza artificiale un maiale intelligenza artificiale per scrivere una serie TV infinita eccetera eccetera eccetera. E quindi dettagliato tutto il tutto il processo non è disponibile come come strumento quindi non potete non potete provarlo però qualcosa mi dice che ha un po' accatturato l'attenzione anche degli studios. Come non potete provare? Voi scioperate e noi vi sostituiamo. Esatto come non potete provare anche questa versione di chat GPT che analizza immagini facce e mette un nome o una descrizione. Sotto le facce perché Open AI è preoccupata riguardo a quello che il suo chat bot potrebbe dire riguardo alle facce delle persone. About people faces che non è feces ma sarebbe stato bello lo stesso. Quelli i cani dei cani francesi stiamo parlando in realtà della funzione di Open AI che ha pubblicizzato tanto col rilascio se non sbaglio proprio di GPT 4 che è quella di aiuto ai ciechi che non sono quelli della Repubblica cieca ma le persone non vedenti. Che pare che oggi ce l'abbiano già già in test e pare che effettivamente gli aiuti molto nella vita si fa l'esempio delle bocciettine di shampoo. Adesso non mi sembra di aver capito il dispositivo però credo in quale. Esiste un'applicazione che si chiama Be My Eyes che è un servizio per il quale tu puoi fare gli occhi tu essere umano puoi fare gli occhi di una persona non vedente anzi di un cieco come si dovrebbe dire correttamente. Per cui lui filma col telefonino tu in video chiamata in un certo senso e dice ok questo uno shampoo questo è quella una striscia pedonale eccetera. L'idea era quella di aggiungere ciò che piti a riconoscimento ed è stato fatto come test proprio in questa applicazione per verificare l'utilizzo in quel caso sarebbe un Be My Eyes disponibile 24 ore su 24 e non a disponibilità chiaramente di un utente dell'applicazione. Appunto non sappiamo esattamente cosa sia successo perché non c'è dato saperlo sappiamo che OpenAI ha paura. Evidentemente deve aver avuto dei commenti. Facconi! Faccia di merda! Questo è come Google foto di un paio di mesi fa. Probabilmente ha inquadrato la faccia di semaltman e ha detto a questo qui deve essere uno senza empatia uomo senza empatia. Uomo senza empatia lui si è offeso e ha detto no non lo rilasciamo al pubblico. Va bene tiriamo un po lungo ma questo è interessante perché i non diabetici iniziano hanno iniziato di colpo a indossare continuamente i a indossare i monitor. I glucosimetri esattamente di glucone i dispositivi per monitorare la presenza di glucoside nel sangue in maniera continuativa. Quindi non più quelli col punturino nel dito ma come funzionano fra l'altro frango questi sono sempre a riscaggio. Si credo che abbia una puntina che vada almeno nel derma credo di sì. Non so esattamente ne ho visti ma non ne ho mai aperti li ho visti addosso ai pazienti li ho visti col cerotto sottochiusi e non ho mai approfondito ma approfondirò. Perché finora quelli standard avevano appunto la goccina di sangue che prendi poi fai esaminare. Sono comodissimi per chiaramente chi ha il diabete perché permette di sapere il tuo livello di glucosa e quindi scegliere coscientemente quanta insulina iniettarti. Stanno utilizzando anche i non diabetici. Il perché chi è che vuole spiegare perché questa scelta apparentemente controcorrente. Perché TikTok che ci siano degli account su TikTok che stanno diventando virali perché fanno degli esperimenti sul proprio sangue. Quindi mangiano una barretta una barretta al cioccolato e vedono quanto sale il glucosio. Magari poi invece mangiano un insalata di cavolo e poi la barretta e vedono a quel punto di quanto sale il glucosio e fanno tanti like. Perché poi se mi chiedi un ulteriore livello di perché non te lo so dire. Penso che sia la sindrome da Fitbit o da Apple Watch. Hai cerchietti da chiudere il numero di passi che hai fatto il numero di scalini è il livello di glucosio che deve sempre stare esattamente lì in mezzo né di più né di meno. Che è una coglionata terrificante perché i livelli di glucosio devono stare entro certi parametri nel diabetico che deve stare attento nella persona sana. In realtà può avere dei picchi al rialzo dei movimenti che in realtà nessuno collega a situazioni di malattia ma il curo. Abbiamo un device che si chiama pancreas che fa misurazione gestione continua se non mi sbaglio. Esattamente ma soprattutto. Ma è Wi-Fi il tuo pancreas. Bluetooth. Ci sono poi i santoni della fitness eccetera che ti dicono perché tu quando fai l'allenamento se tieni la glicemia trai questo valore questo valore e poi lo fai salire a questo valore allora il tuo allenamento è più. E allora tutti li a comparsi dispositivi a fare monitoraggio poi a fare delle belle barre dei bei grafici. Non bisogna assolutamente fare il grafico a torta perché con il grafico a torta la glicemia è un casino. Poi controllare. Perfetto non l'ha inventato un diabetico il grafico a torta certamente oppure la chiamata proprio così perché aveva allucinato era talmente tanto che non riusciva a mangiare una torta quando ha visto quel grafico che poi potrebbe essere tranquillamente chiamato anche grafico a pizza. Perché se uno pensa come viene mangiata la pizza da qualche parte qualcuno aveva scritto che la pizza è esattamente un grafico a torta della quantità di pizza che è già stata mangiata. Una cosa bellissima guarda ho visto gente mangiare pizza tipo dal centro partendo dal centro li sono assolutamente poi ci sono le patologie del criminale esatto l'hannan e certamente si sa sono collegati alla mancanza di empatia e delle cose però non ci possiamo se non finiamo di nuovo nel nazismo e a ditzler e robe del genere eccetera. Però devo dire che queste mode possono anche far bene perché più gente che utilizza questi sensori più denaro che gira più investimenti miglioramento dei dispositivi a tutto vantaggio invece dei diabetici che ne hanno veramente bisogno. Per cui perché no se pensate che possiate beneficiarne non lo so se è vero ma certamente ne beneficiaranno da una parte le aziende che commercializzano ma l'altra indirettamente anche i diabetici che ne hanno bisogno per la loro vita perché poi in realtà può darsi di allenamenti ad alto livello eccetera. Non sono assolutamente competente per cui è anche possibile che a livello iper professionistico gli allenatori di squadre olimpiche di atletica di squadre di calcio robe del genere da questi dati riescano a estrapolare dei modi migliori per far rendere un atleta per farlo venare meglio. Io questo non lo so ed è assolutamente possibile e plausibile. Certo runner che fa fare la corsetta al Central Park che si misura al glucosio fa un po ridere però va bene anche così. Credo che da geek non possiamo neanche permetterci troppo di criticare. Ognuno di noi ha fatto delle cose ben peggiori ben più costose e ben più inutili nella sua nella sua vita. Mi ricordo qualcuno che aveva domotizzato una piantagione domestica di basilico. L'unico motivo per cui i miei peperoncini fuori al balcone continuano a prosperare. Vedi mi chiedo scusa hai salvato una vita al peperoncino ci sta ci sta ma io per prima ne ha fatte ben di peggio di cui mi vergogno tremendamente un giorno magari le raccoglierò nelle mie memorie o scriverò un libro per le edizioni. Quando arriverà Walter Isaacson a scrivere o ne faremo una puntata digitale. No Walter Isaacson no perché poi dice che non sono empatico e me la prendo e non va bene. Gingili del giorno. Signore e signori i gingili del giorno. Gingili del giorno i regalini digitaliani per i digitaliani a fine trasmissione e nuoci digitali selezionano per voi hardware software letteratura. Qualsiasi cosa che abbia sconvolto la loro esistenza che abbia colpito la loro curiosità ma va bene qualsiasi sfumatura nel mezzo. Vediamo Francesco ci vuoi deliziare molto molto un grandissimo piacere. Allora visto che abbiamo parlato del grande hacker che mi mi Franco vi ha suggerito un libro che va letto da parte dei fondamentali. Ma se volete vedere un pezzo della storia e vedere non è importante perché sto portando un film. Quello che è uscito in Italia come Hacker's Dawn o Take Down e racconta la storia fra Tso Mutu Shimomura e il è appunto Kevin Mitnick. Di fatto fu quello che insieme all'FBI cercò di andare a caccia perché gli erano entrati nei suoi sistemi e c'è questo film poi pare non perfettamente storico. Abbastanza abbastanza pessimo Francesco se mi posso. Però io me lo ricordo piacevole. Piacevole ma molto non è una storia molto romanzato per fare apparire appunto Mitnick. Non dico come quello che poteva scatenare la guerra nucleare con un fischietto ma comunque parecchio infamante molto di più di quello che poi era venuto fuori nelle aule di tribunale. Però va beh ci sta. Ti stavo dicendo non è una biografia ma è un film piacevole. Gingilus Smontatus mi chiedo perdona Francesco. Mi spiace infangare così il nostro nostro Mitnick proprio il giorno che ricordiamo la sua scomparsa non mi piaceva troppo. Però certo da guardare finta che parla di un altro Aker. Kumgranosalis da prendere Kumgranosalis. Michele allora se siete utilizzatori di Firefox e volete migliorarlo per quanto riguarda la velocità l'efficienza e anche la privacy vi consiglio questa chiamola raccolta su GitHub che si chiama Better Fox. In pratica è una raccolta di configurazioni che si modificano tramite in parte le bout. om e bout. om ma in realtà basta mettere un file unico di testo nella cartella della cartella del profilo. Ecco fanno un po quello che dicevo. Quindi vi aiutano velocizzano andando a rimuovere delle funzioni delle funzioni inutili come Firefox sync. Poi se vi serve il Firefox sync ci mettete un attimo entrare nella configurazione cambiare soltanto quello e tenervi altri altri miglioramenti ovviamente gratuito e anche altamente appunto personalizzabile. Lo trovate sul repository di Yoko Fing che si chiama Better Fox. Sono fighissime questi mod ma sono anche e possono essere anche non parlo di questo in specifico che non conosco ma possono essere anche sorgente di frustrazione di frustrazione non indifferente. Io spero Safari c'è un tool che si chiama Stop the Madness qualche cosa del genere che anche quello dovrebbe interferire con migliorando Safari andando a eliminare determinati quirk di certi JavaScript. Insomma il problema è che poi cosa succede che a un certo punto finisce sul tuo sito dell'on banking e non riesci a fare un bonifico e cristoni per tre anni contro lo sviluppatore del sistema della banca. Poi dopo un mese ti ricordi che c'hai l'estensione la mod e cose installata provi a togliere di colpo il sito della banca funziona quindi sono cose da utilizzare secondo il secondo giglino. Allora Michele teniamoci pronti. Proste volta vediamo con la riserva. In realtà è vero ed è una delle cose che mi sono dimenticato di dire perché ad esempio l'ho messo su una delle mie installazioni di Firefox dopo 10 minuti che navigavo un certo punto. Errore di qua era un errore che non mi permetteva di visualizzare le pagine. Andavo a guardarmi l'errore ho trovato il parametro di riferimento nella configurazione ho cambiato un parametro e tutto tornato a posto. È ovvio. Certo può andare. Va utilizzato da parte di persone di persone esperte tenendo sempre a mente che se qualcosa non funziona può essere quello certo con grano sali sono diventato morte distruttore di gingilli. Adesso mi distruggo anche il mio perché vi presento un giglino che è la singolarità del giglino è molto facilmente autodistruggibile. Si chiama DocuSill ed è bellissimo anche solo l'icona perché DocuSill serve per sigillare per fare un sigillo per autenticare documenti. E come si è la focca c'è una bellissima icona di una simpaticissima focca del musetto di una focca che fa veramente tenerezza ed è l'apoteosi del self hosting per cui per questo dovrebbe per forza piacere al nostro Michele. Con DocuSill potete self hostarvi un servizio di firma digitale dei documenti. Se il postate potete c'è il docker potete lanciarve su su Heroku su Digital Ocean velocemente eccetera avete il vostro servizio privato con cui potete scambiare dei documenti e firmarli digitalmente come. E qui vengo all'autodistruzione sia sostenibile di fronte a un qualsiasi tribunale o in ambito legale un documento firmato su un sistema self hostato. Io non ho la più pallida idea però se siete self hostar non potete per non potete permettervi di non avere anche un sistema di firma dei documenti self hostato. Volete aggiungere qualcosa alla distruzione di questo documento? Io ero pronto ma hai fatto tutto da solo. Perfetto. È vero poi in realtà il tribunale va benissimo. Chi lo sa è certo però non lo so. Anzi se c'è qualche avvocato all'ascolto che vuole andare a capire come funziona esattamente nel dettaglio scritto graficamente e se è sostenibile a livello legale fateci sapere. Questo e tutti gli altri gingili e tutte le notizie commentate le trovate linkate nella pagina di digitalia dedicata a questa puntata per cui digitalia. m/684 Prima dei saluti le raccomandazioni finali portate fondamentalmente le orecchiette fresche cioè le orecchie dei vostri amici e amiche proto digitaliane e proto digitaliani li portate su digitalia sentite parlare di argomenti digitaliani ma come non ascolti tutte le settimane digitali forza forza. Noi ci impegniamo per farvi fare bella figura gli dite di cercare digitali su qualsiasi casellina di ricerca sparsa in giro per internet o per le cartelle o per le app dei loro telefoni. Non cercateci su badu o su Tinder che è l'unico posto dove non ci trovate però app per podcast su Grindr si così grindr a grinder. Quello che è il Tinder gay va bene anche lì direi che non ci siamo per questa 684 e tutto la penultima prima della pausa estiva. Dalle mi studio di Goury 1 di Sanremo un saluto da Franco Solerio dallo studio di Milano Isola un ciao un augurio di buone vacanze dato che per me è l'ultima da Michele Di Maio e un a settimana prossima alla settimana prossima da lo studio di Milano Città Sud da Francesco Facconi. E proprio così ci sentiamo la settimana prossima con una nuova puntata di digitalia.

Dallo studio distribuito di Digitalia

Produttori esecutivi:Manuel Zavatta, Davide Tinti, Nicola Gabriele D., Gianni B., Vincenzo Napolitano, Daniele Bastianelli, Manuele Paolo Lorenzo Giuseppe M., Luca Cipollone, Alex Pagnotta, Alberto Cuffaro, Andrea Bottaro, Fabio Filisetti, Andrea Malesani, Fabio Brunelli, Giacomo Cipriani, Fabrizio Reina, Alessandro Grossi, Fabio Zappa, Ligea Technology Di D'Esposito Antonio, Simone Magnaschi, Marco Traverso, Paola Bellini, Valerio Bendotti, Giuseppe Marino, Davide Bellia, Carlotta Cubeddu, Edoardo Volpi Kellerman, Andrea Delise, Massimo Pollastri, Enrico De Anna, Alessandro Lago, Antonio Manna, Roberto Basile, Paolo Massignan, Antonio Gargiulo, Flavio Castro, Cristian Pastori, Angelo Travaglione, Carlo Annibale, Marcello Marigliano, Fabrizio Mele, Gabriele Tubertini, Alessandro Varesi, Capitan Harlock, Nicola Fort, daxda, Nicola Gabriele D., Fiorenzo Pilla, Gianluca Trevisani

Il Network Digitalia